Age of Worms

Nubi all'orizzonte

Burattinai Burattini di altri Burattinai

Anno 595 CY, Freeday, 14° giorno di Readying
Casa di Ulgo Fant, Colline dei Sepolcri

Siamo di nuovo a casa di Ulgo Fant, e raccogliamo le ultime cose per trasferirci nel Tumulo, dopo una lunga cena e relativa chiaccherata con Smenk.

Questa mattina mi sono svegliato con ancora in mente il sogno ricorrente che sto facendo da ormai quattro notti. Mio padre, Kalarut, che mi mette in guardia sulla Triade D’Ebano, ieri ho sognato che mi diceva “Davanti a tre porte, se sceglierai tu morirai, se ti fiderai dei tuoi compagni morirete tutti”. Niente di preoccupante insomma. Ma partiamo dall’inizio.

La Genia ha deciso di lasciarci. Voleva arrivare fino in fondo al Tumulo, per mantenere l’impegno preso, dopo di che si sarebbe messa alla ricerca del Genio con le corna, ha sofferto la sua mancanza in questi giorni, difatti pensandoci ultimamente stava molto in silenzio.

Il Maestro è venuto a trovarci la sera del 12 portando con se una sua conoscenza, un certo Ptahb Al’Pejah, un antiquario, e nel tempo libero un Artefice. Che è interessato alle nostre ricerche, e quindi vorrebbe unirsi a noi. Dato che mi fido di Allustan decidiamo di prenderlo con noi, lo terrò d’occhio.

Sotto consiglio del Maestro ci siamo recati al circolo druidico per mostrare l’artefatto che abbiamo trovato nel Tumulo Sussurrante. Qui abbiamo ricevuto un accoglienza molto poco cordiale all’inizio, difatti c’era un Fricchettone che non ci voleva fare entrare, poi gli ho fatto vedere la verga e ha cambiato idea. Questo ci porta nella comune dei Fricchettoni, una bella caverna con al centro un albero che cresceva dal soffitto totalmente divenuto bronzo. Che strane cose che si fumano questi. Vabbè insomma ci presentano a Nogwier, il capo Fricchettone.

Questo osserva la verga e per poco non muore, dopo che si è ripreso dall’ictus ci ha spiegato che questi hanno una profezia, per la quale “Il lago che prima era di diamante e che ora è nero e morto tornerà a brillare quando l’anello di adamantio si presenterà al circolo” o qualcosa del genere. Fatto sta che il talismano della sfera è una verga con un anello adamantino alla punta, il che ha fatto eccitare tutti.

Questi ci propone un rituale per il quale ognuno di noi versa del sangue presso il circolo di pietre intorno all’albero alla rovescia, che permetterà a loro di riportare in vita ognuno di noi qualora morissimo. Le cose sembrano farsi serie, e tutto comincia ad avere un senso, probabilmente dovrò morire io. Dovrò sacrificarmi davanti alle tre porte per permettere a loro di salvarsi. Dopotutto li ho cresciuti io, gli ho dato una casa, devo continuare a proteggerli, sono l’unica cosa sulla quale ho lasciato una traccia di me sul mondo. E ora i Fricchettoni mi danno anche una seconda occasione! Potrei perdere una parte di me stesso nel processo, ma sembra comunque valerne la pena. Acconsentiamo a sottoporci al rituale il giorno successivo. Incuriositi dall’albero chiediamo spiegazioni: a quanto pare l’albero è diventato così a causa del fallimento di un rituale che doveva portare il lago di Diamond Lake allo stato originale. Rituale nel quale uno dei Fricchettoni era una talpa per conto di un tipo conosciuto come Benazel “L’Alchimista”, che tratta il metallo estratto dalle miniere e riversa gli scarti della raffinazione nel lago. A quanto pare è colpa sua se il lago versa in queste condizioni.

Quella notte Kalarut mi dice che lui non è morto schiacciato dall’ascensore, e mi dice che la prima porta è sicuramente morte. Tutto si fa sempre più sinistro, quindi mio padre non è morto in un incidente nella miniera Dourstone. Forse, come me, si è imbattuto in qualcosa di molto più grande di lui, e ci ha lasciato le penne. Spero di giocarmela meglio di lui, però da qualche parte dei Piani Esterni, probabilmente Mechanus, lui sta continuando ad aiutarmi, e magari ciò potrà fare la differenza. Facciamo il rituale e finiamo giusto in tempo per andare alla cena.

Veniamo perquisiti più volte nell’entrare nel grande maniero, e veniamo accolti nel migliore dei modi. Ci viene servita una cena estremamente squisita e offerto il miglior vino. Dopo di che ci dice che ci siamo mangiati Anacleto. Il Contatto ci rimane non poco male, si era affezionato al cucciolo. Però non fa nulla di impulsivo, conoscendo la sua indole Smenk verrà ammazzato in maniera piuttosto dolorosa appena saremo nella posizione di farlo.

A parte questo il capo miniera snocciola velocemente la situazione: la Triade D’Ebano chiede a lui ingenti quantità di equipaggiamento, materie prime e cibo, diminuendo considerevolmente i suoi introiti, e come se non bastasse lui stesso è stato condotto lì sotto, e dice che poche volte è stato spaventato nella vita, e La Cattedrale Oscura sembra una di quelle cose che lascia il segno. L’unica cosa che ricorda è che c’era un laboratorio alchemico completamente attrezzato, nel quale ha sgraffignato un campione del verme di Kyuss, che noi abbiamo trovato fra le cose del Necrofilo.

A detta sua una volta ha provato a rifiutarsi di continuare a passare materiale a loro, e il giorno dopo si è trovato la testa del suo luogotenente nel letto. Quindi il burattinaio è a sua volta mosso da altri burattinai. Quello che ci chiede è distruggere la base della Triade D’Ebano. Un compito che secondo lui noi abbiamo il potenziale per portare a termine, e ci ha contattati proprio perché ci sta seguendo da un po’.

Facendo un po’ di conversazione per carpire più informazioni possibili, abbiamo rimembrato la Morte Rossa, ho ipotizzato che loro si fossero stabiliti a Diamond Lake proprio in quel periodo, e che la sua diffusione fosse il risultato di un esperimento fallito, oppure che l’avessero liberata per creare caos e squilibrio, in modo da capire chi fossero i difensori della città, quelli da cui guardarsi. In secondo luogo, sembra abbiano scelto la miniera in quanto Ragnolin Dourstone sembra si sia arricchito particolarmente dopo l’epidemia. Hanno forse scelto quello che sembrava il più forte? Oppure il suo arricchimento è stata una conseguenza dell’istallazione della setta? O che la sua miniera contenga del materiale di cui loro necessitano? L’altra cosa che Smenk ci dice è che esisteva un capo miniera che era veramente il numero uno in passato, e stranamente ora è in rovina. Vorrei parlare con questi, perché ipotizzo che lui sia stato prosciugato di molte sue risorse esattamente come ora sta venendo ricattato Balabar Smenk.

Smenk dice che fuori dalla miniera ci sono guardie naniche che si alternano con altre all’interno, e che una delle possibilità è di travestirci da guardie ed entrare. A parte quello che dice lui serve un piano.

Torniamo a casa, sinceramente non frega niente a nessuno di quello che vuole Smenk. Tuttavia la Triade D’Ebano è un cancro che ha distrutto Diamond Lake, ed è nostro dovere se possibile eradicarli da qui come si spilla il veleno da una ferita. Per farlo dobbiamo in primis raccogliere quante più informazioni possibile, scoprire diversi accessi, preparare un equipaggiamento adatto a ciò che dovremo combattere, prepararci vie di fuga… Ci attende una lunga preparazione.

Comments

Dark_Field

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.