Ricuul

Description:
Bio:

Ricuul non ha mai conosciuto i suoi genitori biologici. Viene allevato da un anziano bracconiere nella foresta poco lontano dal noto villaggio di Diamond Lake. Il suo tutore, uomo taciturno e di indole assai rude, mosso da un insolito sentimento di compassione decide di prendere con se il piccolo tiefling trovato tra le radici di una grossa quercia secolare durante una battuta di caccia. Alleva la piccola creatura quasi come fosse un animale domestico istaurando un rapporto basato sulla gratitudine per averlo strappato dalla crudele sorte che la foresta gli avrebbe serbato. Ponendosi come suo salvatore, approfitta del giovane trattandolo come suo piccolo schiavo, immaginando un futuro guadagno vedendolo a qualche proprietario di miniera. Passano gli anni, e il piccolo Ricuul cresce in questo stato di prigionia controllato a vista dal suo carcdieriere che, per non perdere il suo futuro guadagno, era solito assicurarsi quantomeno la notte, di legarlo a catena come si fa per i mastini o i segugi che usava durante le sue battute di caccia. Questa creatura, di natura malvagia visto il sangue che scorreva nelle sue vene, assorbiva le angherie crescendo in cattività. Ed è proprio per l’odio incalzante, scopre all’età di sei anni di avere doti sovrumane. Seppur incapace di controllare i suoi poteri ben presto non esitò ad usarli contro il suo carceriere, che una notte trovò la morte proprio per mano della sua vittima. Le dinamiche, seppur violente e mal gestite, garantiscono finalmente la libertà di Ricuul; grazie alla magia, sua preziosa e potente complice, si libera della catena che portava al collo e, avvicinandosi di soppiatto al vecchio bracconiere, trova il coraggio per infilzarlo con un lungo spiedo trovato affianco al camino. L’uomo sanguinante si accascia presto sul pavimento lasciando il piccolo assassino finalmente da solo. Ricuul decide di scappare da quella casa, luogo del misfatto, giurando di non farvi più ritorno. Attraversa la foresta giungendo a Diamond Lake dove, spaesato, vaga senza meta per i pericolosi vicoli. Viene notato da subito da una delle figure più illustri del villaggio, il potente Allustan, che lo soccorre offrendogli un luogo caldo e asciutto dove dormire. Anche se inizialmente schivo e diffidente, Ricuul, mosso dalla fame e dal freddo, accetta l’ospitalità. Allustan indaga sulle origini del giovane accorgendosi, da piccoli tratti ancora poco evidenti, l’insolita natura. Conoscendo il pensiero chiuso della gente del posto impartito principalmente dal credo di Saint Cuthbert, decide di nasconderlo nell’accademia di magia come suo allievo. Ricuul impara i fondamenti della magia, a controllarla e soprattutto a riconoscerla. Ma si sa che l’indole di una creatura è difficile da cambiare. Presto infatti, all’età di 12 anni, mentre girovagare per la biblioteca si imbatté in un vecchio tomo di magia quasi dimenticato o nascosto. Il tomo venne presto preso dal curioso studente, che dopo una breve lettura decise di studiarlo in maniera più approfondita. Magia della trama d’ombra, quell’essenza che riempie il vuoto tra una maglia e l’altra della Trama. Allustan scopre presto del segreto di Ricuul ma decide di far fiducia al ragazzo insegnandogli un codice di condotta per potersi dedicare ancora all’apprendimento di questa arte oscura.
Gli anni passano nell’accademia fino al termine degli studi iniziali. Decide di specializzarsi nelle arti più oscure, nella manipolazione mentale, nella morte e non morte e sull’illusione. Conosce Celerut, una sorta di automa, compagno di studi e di vita. Successivamente conosce anche Nefertis sua simile, la prima creatura come lui. La voglia di conoscere la sua discendenza lo porta inesorabilmente ad interessarsi di lei, fino ad innamorarsene condividendo la vita d’accademia.

Ricuul

Age of Worms riccardoliaci